TAG Heuer – Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph (Basel 2011)

(EN – IT)

(EN)
At 1/1,000th of a second, a Formula One racecar at full throttle travels about ten centimeters. Over a 305 km race, this might not seem much — the length of a finger — but it can mean the difference between second place and a World Championship.
The TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph is the only mechanical timepiece that can precisely gauge this phenomenon. TAG Heuer’s newest, fastest, most revolutionary timepiece creation to date, its measuring and mesmerizing powers are unprecedented. More than ever, it makes TAG Heuer the unrivalled master of high and ultra-high frequencies in mechanical watchmaking.

Today, TAG Heuer goes even further — an incredible 10 times further. The TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph, the world’s first mechanical wrist chronograph to measure and display 1/1,000th of a second sets a new milestone in mechanical precision. It is 125 times more accurate than the most famous mechanical chronographs on the market — thanks to a heart beating at the unbelievable speed of 3,600,000 beats-per-hour!

If the Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph is to watchmaking what walking on the moon is to space history, then the TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph is the equivalent of the first manned landing on Mars.

In 1/1000th of a second…
– Usain Bolt ran 1.2 centimeters while establishing his new 100 m world record of 9.58 seconds
– a cheetah at top speed travels 3 centimeters
– the Maglev train between Pudong International Airport and Shanghai travels 14 centimeters
– an Airbus 380 between Zurich and Singapore flies 24 centimeters
– a supersonic airplane breaking Mach 1 flies 33 centimeters
– a M16 bullet flies 97 centimeters
– Apollo 10 traveled 10 meters while establishing the fastest-ever speed for a manned craft in 1969
– the Earth rotates 29.8 meters around the Sun
– a fast neutron travels 10 kilometers
– light travels 300 kilometers

TAG Heuer: Challenging the Fundamental Principles of Watchmaking
In recent years, TAG Heuer watchmasters and engineers have taken on a bold challenge: to completely rethink the way a mechanical watch generates, stores, transmits and regulates energy and displays time.
In 2004, it introduced the Monaco V4 Concept watch, the first belt-driven mechanical movement. In 2010, it unveiled the TAG Heuer Pendulum, the first mechanical watch regulated by magnetic fields instead of a hairspring and beating at 6Hz, the equivalent of 43,200 beats per hour, an exceptionally high frequency for mechanical watchmaking.

Now, taking the next step, TAG Heuer has broadened it research into spiral-based regulating systems. The result, an escapement developed together with Atokalpa and vibrating at the mind-blowing speed of 3,600,000 beats-per-hour — more than 3 times faster than the pistons of an F1 engine cranked to maximum speed — opens a new chapter in the glorious history of Swiss watchmaking, and reinforces TAG Heuer’s status as the absolute master of “Grande Complications” chronograph manufacturing.

The fastest mechanical regulating organ ever designed, developed and engineered: 3,600,000 beats per hour!
As in racecar construction, the principal concern in chronograph engineering is precision, speed and readability. This is determined by the chronograph’s oscillating power and construction.
Traditionally, oscillators used in chronograph manufacturing beat at 3, 4 or 5Hz, which is the equivalent of 21,600, 28,800, 36,000 beats per hour respectively.

Both the TAG Heuer Calibre 360 launched in 2005 and The Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph launched in January 2011 are equipped with 50Hz oscillators – ten times faster than the fastest conventional ones. They are to this day the 1st and only ever and have been commercialized since late 2005 for the former and mid 2011 for the later.

The Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph pushes the concept even further, beyond what anyone dreamed possible — and past what everyone said was impossible. Using complex differential kinematics, TAG Heuer watchmasters and engineers have designed an ultra-high-frequency 500Hz spring oscillating system that vibrates a phenomenal 3,600,000 beats per hour, 125 times faster than most existing mechanical chronographs ever created and 10 times quicker than the former world-record holders TAG Heuer Calibre 360 and Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph.

The 100% TAG Heuer-built Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph capitalizes on the construction of the integrated Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph and is equipped with two escapements:
Regular time: 4Hz, 28,800 beats per hour, 42-hour power reserve.
Ultra fast time: 500 Hz, 3,600,000 beats per hour.

It relies on an unprecedented 11 patents pending. The chronograph movement’s most remarkable innovations are:

1) There is no balance wheel system (patent pending). Its absence de facto eliminates all forms of isochronous errors normally caused by this conventional watch movement component, such as dilatation and inertial imperfection.

2) The mechanical regulating body, a high frequency 500Hz spiral (patent pending), developed together with Swiss watch component high-end manufacturer Atokalpa, is conceptually based on existing spirals but with an optimized rigidity and a reduced length. This gives static stability and extremely high dynamism with limited dilation. It also reduces gravity effects and shocks, while its low amplitude increases the isochronous precision of the pulse.

3) A dynamic lever/wheel transmission (patent pending) generates a hyper-velocity impulse unencumbered by pallet/teeth slippage: the lever literally rebounds on the wheel instead of sliding.

4) Unlike the self-starting balance wheel-spiral systems usually found watches, the Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph uses a Launcher-Hub-Brake system (patent pending) controlled by a column wheel and made possible because of the increased rigidity of the spiral. “START” activates the launcher by putting it in solid contact with the radial escapement. “STOP” radially pushes the launcher onto the hub, instantly stopping the movement of the spring.

Unique 2-Chain Architecture
Since 1969, the year TAG Heuer launched the world’s first automatic chronograph movement, coupling watch movement with chronograph function has become standard operation procedure. There is a serious “hitch”, however, with this isochronous system: its wheel chain gear system increases energy loss.

This is one of the greatest quandaries of chronograph design — how to keep chronograph operation from disrupting watch operation.

Then came the TAG Heuer Calibre 360 in March 2005 and the TAG Heuer Mikrograph 1/100th of a second Chronograph in January 2011, which combined two independent kinematic chains — one for the watch and one for the chronograph — in an integrated movement for the Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph, thereby eliminating the need for a clutch. The system displays 1/100ths of a second on the central hand and beats at a very high frequency of 360,000 vibrations per hour. Separating the watch chain from the chronograph chain eliminates the risks of the chronograph influencing the watch and vice-versa; but most importantly, it reduces energy loss and optimizes the precision of the chronograph’s regulating organ. It allows the Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph to be COSC across the board — i.e. with the chronograph function running, a feat virtually impossible to achieve by conventional mono-frequency chronographs.

The Mikrotimer Flying 1000 Concept is an integrated chronograph using this same patent-pending two-chain architecture. The changes to the regulating body, however, make it 10 times more accurate than the Heuer Carrera Mikrograph 1/100th Second Chronograph — and 125 times more accurate than the fastest “high-end” oscillators found in most existing mechanical chronographs.

Displaying 1,000th of a second effortlessly and at a glance
Creating a mechanical chronograph that measures 1/1,000th of a second requires serious engineering. Making it easy to read — 10ths, 100ths, 1,000ths and minutes at a glance — requires even more.

The flying central hand of the Mikrotimer Flying 1000 makes an astounding 10 rotations per second, indicating 1/1000th of a second and 1/100th of a second on a scale on the external part of the dial, which has 100 graduations over 360°. A second, smaller central hand indicates minutes (TAG Heuer Patent pending) and 1/12th of a minute on a 150-second scale. A counter at 6 o’clock displays 1/10th of a second, calibrated to 5 seconds.

This unique dial-scale display system allows direct, instantaneous reading of minutes, seconds and 1/1,000th , making this the only mechanical chronograph for sporting events like the Formula 1, where 1,000-of-a-second accuracy is essential. Above and beyond everything, it is one of the most stunning “Grande Complication” ever developed in mechanical watchmaking.

Stunningly beautiful, with its black Titanium Carbide coated case with titanium horns and the black ruthenium-treated movement inside, the Mikrotimer Flying 1000 is still in the Concept Stage. As was the case of the Monaco V4, further development will be needed to ensure the same over-time reliability and precision that have characterized every TAG Heuer masterpiece commercialized over the last 151 years.

Once again, TAG Heuer demonstrates in style its innovation leadership and unrivalled mastery of mechanical watchmaking at high, very-high and ultra-high frequencies. Now, this 95-year epic domination and the brand’s accumulated know-how have, for the first time ever, made possible the measuring and reading of the 1/1000th of a second with a mechanical chronograph.

(IT)
Un 1/1000 di secondo corrisponde ad una distanza di 10 cm per una Formula 1 a pieno regime. In una corsa di più di 305 km, 10 cm, la lunghezza di un dito, possono sembrare ininfluenti, ma possono fare la differenza tra un primo e un secondo posto per un titolo mondiale.
TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph è l’unico segnatempo meccanico in grado di misurare e mostrare questo scarto infinitesimale. L’ipnotica capacità di misurazione della creazione più nuova, più veloce, più rivoluzionaria di TAG Heuer è senza precedenti. Ora più che mai legittima il suo dominio senza paragoni nella misurazione delle alte e altissime frequenze nell’orologeria meccanica.

Oggi, TAG Heuer supera se stesso – addirittura di 10 volte. TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph, il primo cronografo meccanico da polso al mondo in grado di misurare e visualizzare il 1/1000 di secondo, rappresenta una nuova pietra miliare nella precisione meccanica.
125 volte più preciso rispetto agli altri cronografi meccanici sul mercato – grazie al suo movimento che oscilla all’incredibile velocità di 3.600.000 alternanze/ora!

Se il Mikrograph 1/100 sta alla storia dell’orologeria come il primo uomo sulla Luna, TAG Heuer Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph corrisponde al primo uomo su Marte!

In 1/1000 di secondo…
– Usain Bolt copre una distanza di 1,2 cm mentre stabilisce il nuovo record mondiale dei 100 metri in 9,58 secondi
– un ghepardo alla sua massima velocità fa 3 cm
– il treno ad alta velocità Maglev tra Pudong International Airport e Shanghai copre una distanza di 14 cm
– un Airbus 380 tra Zurich e Singapore copre 24 cm
– un aereo supersonico che supera il Mach 1 copre 33 cm
– un proiettile M16 fa 97 cm
– Apollo 10 vola per 10 metri stabilendo il record di velocità per un mezzo costruito dall’uomo nel 1969 – la Terra ruota di 29,8 metri intorno al Sole
– un neutrone viaggia per 10 km
– la luce corre per 300 km

TAG Heuer: Sfida ai Principi Fondamentali dell’Orologeria
Negli ultimi anni i maestri orologiai e gli ingegneri TAG Heuer hanno raccolto un’audace sfida: ridefinire completamente i parametri dell’orologeria: la generazione, la trasmissione, la regolazione dell’energia e la visualizzazione del tempo.
Nel 2004, il Monaco V4 Concept watch, il primo movimento meccanico con una trasmissione a cinghie. Nel 2010, TAG Heuer Pendulum, il primo orologio meccanico regolato da magneti invece che da una spirale, con un’oscillazione di 6Hz, corrispondente a 43.200 oscillazioni/ora, una frequenza eccezionalmente alta per un orologio meccanico.

Oggi, il passo successivo: TAG Heuer amplia la sua ricerca a sistemi di regolazione a spirale. Il risultato è uno scappamento sviluppato in collaborazione con Atokalpa con un’oscillazione alla stupefacente frequenza di 3.600.000 alternanze/ora – 3 volte più veloce dei pistoni di un motore F1 alla massima potenza – che apre un nuovo capitolo nella gloriosa storia dell’orologeria svizzera e consolida lo status di TAG Heuer leader assoluto nella manifattura cronografica “Grande Complications”.

L’organo di regolazione meccanica più veloce mai progettato, sviluppato e realizzato: 3.600.000 alternanze l’ora!
Come nella costruzione di un’auto da corsa, gli assunti principali nell’ingegneria cronografica sono la precisione, la velocità e la leggibilità. Tutto questo è determinato dalla potenza di vibrazione del cronografo e dalla sua costruzione. I bilancieri tradizionali impiegati nei cronografi oscillano ad una velocità di 3, 4 o 5Hz, corrispondenti rispettivamente a 21.600, 28.800, 36.000 alternanze l’ora.

Sia TAG Heuer Calibre 360 presentato nel 2005 che TAG Heuer Mikrograph 1/100 presentato a gennaio 2011, sono equipaggiati con un bilanciere a 50Hz – dieci volte più veloce dei più veloci bilancieri tradizionali. Primi e unici al giorno d’oggi, messi in commercio il primo nel 2005 e il secondo nel 2011.

Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph spinge l’idea ancora più avanti, oltre ogni possibilità immaginata finora, conquistando ciò che gli esperti avevano definito impossibile. Gli ingegneri e i maestri orologiai TAG Heuer danno vita ad un eccezionale bilanciere da 500 Hz, che vibra ad una fenomenale frequenza di 3.600.000 alternanze/ora, 125 volte più veloce della maggior parte dei cronografi mai creati, 10 volte più veloce dell’attuale detentore di record mondiale montato su TAG Heuer Calibre 360 e Mikrograph 1/100.

100% made in TAG Heuer, Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph si basa sulla costruzione del movimento del Mikrograph 1/100 integrato ed è equipaggiato da due scappamenti:
Solotempo: 4Hz, 28.800 alternanze/ora, riserva di carica di 42 ore.
Cronografo: 500 Hz, 3.600.000 alternanze/ora.

Il Concept Chronograph conta 11 brevetti in fase di approvazione. Le maggiori innovazioni per un movimento cronografico sono:

1) Non c’è sistema di bilanciere (brevetto in fase di approvazione). La sua assenza di fatto elimina ogni possibile errore isocronico causato da questa componente del movimento tradizionale, tra cui dilatazione e inerzia.

2) L’organo di regolazione meccanico, una spirale ad alta frequenza di 500Hz (brevetto in fase di approvazione), componente sviluppata in collaborazione con la manifattura svizzera Atokalpa, si basa concettualmente sulle spirali attualmente esistenti, ma con una rigidità ottimizzata e una lunghezza ridotta. Questa modificazione consente stabilità statica ed eccezionale dinamismo, con una dilatazione limitata. Inoltre riduce l’effetto di gravità e shock, mentre la sua limitata ampiezza riduce effetti di imprecisione isocronica data dalla vibrazione.

3) La trasmissione dinamica tra ruote e leve (brevetto in fase di approvazione) genera un impulso ad alta velocità non gravato dallo slittamento tra denti/levé: la leva rimbalza sulla ruota invece che scorrerci.

4) Diversamente dal meccanismo self-start bilanciere-spirale utilizzato abitualmente in orologeria,
Mikrotimer Flying 1000 Concept Chronograph utilizza un sistema Launcher-Hub-Brake (brevetto in fase di approvazione) controllato da ruota colonna, reso possibile dalla maggiore rigidità della spirale. Lo START attiva il launcher mettendolo in forte contatto con lo scappamento radiale. Lo STOP radiale spinge il launcher sul perno, bloccando istantaneamente il movimento della spirale.

Un’esclusiva architettura a 2 trasmissioni:
Sin dal 1969, l’anno in cui TAG Heuer ha lanciato il primo movimento cronografico automatico al mondo, combinare il movimento orologiero con il movimento cronografico è diventata una procedura operativa standard. C’è una seria difficoltà con questo sistema isocrono: il suo sistema di trasmissione interdipendente favorisce la perdita di energia.

Questo è uno dei maggiori scogli nella progettazione cronografica – come mantenere le operazioni cronografiche indipendenti dalle operazioni orologiere che possono influenzarle.

Arrivarono TAG Heuer Calibre 360 nel marzo 2005 e TAG Heuer Mikrograph 1/100 Chronograph a gennaio 2011 a risolvere questo paradigma combinando due trasmissioni di energia indipendenti — una per il movimento orologiero, una per il movimento cronografico — in un movimento integrato per il Mikrograph 1/100, eliminando in questo modo la necessità di un ingranaggio. Il sistema visualizza il 1/100 di secondo sulla sfera centrale e vibra ad un’eccezionale frequenza di 360.000 alternanze/ora. Separando la catena orologiera dalla catena cronografica si elimina il rischio che il cronografo influenzi l’orologio e viceversa; ma cosa più importante si evita la perdita di energia e si ottimizza la precisione dell’organo di regolazione del cronografo. Questo consente al Mikrograph 1/100 di essere COSC— con la funzione cronografica in uso, una caratteristica virtualmente impossibile da raggiungere per cronografi mono-frequenza tradizionali.

Mikrotimer Flying 1000 Concept è un cronografo integrato che utilizza la stessa architettura a due trasmissioni in attesa di brevetto. I cambiamenti apportati all’organo di regolazione, lo rendono 10 volte più preciso del Mikrograph – 125 volte più preciso dei migliori bilancieri attualmente in uso in orologeria meccanica.

Visualizzazione del 1/1.000 di secondo al primo sguardo, senza sforzi
La realizzazione di un cronografo che misuri il 1/1000 di secondo richiede una capacità ingegneristica importante. Renderlo di facile lettura, ancora di più.

La sfera centrale del Mikrotimer Flying 1000 compie un’eccezionale serie di 10 rotazioni complete del quadrante principale, indicando il 1/1000 di secondo ed il 1/100 di secondo su una scala graduatoria da 0 a 100 sulla parte esterna del quadrante. Una seconda sfera principale, più piccola, indica i minuti (brevetto TAG Heuer in fase di approvazione) e il 1/12 di minuto su una seconda scala a 150 secondi. Un contatore ad ore 6 visualizza il 1/10 di secondo, calibrato su 5 secondi.

Questa unica architettura di quadrante caratterizzato da scale graduatorie consente una lettura diretta, istantanea di minuti, secondi e 1/1000 di secondo, rendendo questo l’unico cronografo per eventi sportivi come la Formula 1, in cui la precisione al 1/1000 di secondo è necessaria. Sopra e oltre tutto, è una delle più stupefacenti “Grande Complication” mai realizzate in orologeria meccanica.

Di bellezza straordinaria, con la sua cassa in PVD nero con anse in titanio e trattamento in rutenio nero per il movimento, Mikrotimer Flying 1000 è ancora allo stato di Concept. Come per la cassa del Monaco V4, c’è bisogno di uno sviluppo più approfondito per garantire la stessa leggibilità e precisione senza pari che hanno caratterizzato ogni capolavoro TAG Heuer messo in commercio negli ultimi 151 anni.

Ancora una volta TAG Heuer dimostra la sua leadership nell’innovazione e il suo dominio senza pari dell’orologeria meccanica ad alte ed altissime frequenze. Ad oggi, questo dominio epico che dura da 95 anni e il know-how senza precedenti acquisito dal brand, hanno reso possibile la misurazione e la lettura del 1/1000 di secondo con un cronografo meccanico.

Source: TAG Heuer

Advertisements
  1. Leave a comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: